Imperial College London - YouGov
aprile 28, 2020 0

Come la partnership tra YouGov e Imperial College London aiuta a sconfiggere la pandemia

Tratto da yougov.com (15-04-2020)

YouGov ha stretto una partnership con l’Institute of Global Health Innovation (IGHI) all’Imperial College di Londra per raccogliere insight globali sui comportamenti che le persone hanno messo in atto per contrastare il COVID-19, fornendo gratuitamente i dati ai ricercatori che si occupano di salute pubblica.

Una nuova indagine, progettato in collaborazione con l’IGHI, è stata lanciata in 29 paesi del mondo per raccogliere 30.000 risposte ogni settimana. Progettata per fornire analisi comportamentali su come le diverse popolazioni stanno rispondendo alla pandemia, la ricerca aiuterà gli enti di sanità pubblica in tutto il mondo nei loro sforzi per limitare l’impatto della malattia.

Le domande riguardano il test, i sintomi, l’auto-isolamento in risposta ai sintomi, la capacità e la volontà di auto-isolarsi se necessario. Il sondaggio indaga anche i comportamenti, inclusi quelli all’aperto, lavorare fuori casa, i contatti con altre persone, la frequenza con cui ci si lava le mani e l’adozione di altre 20 misure preventive.

IGHI ha creato una dashboard pubblica per visualizzare i dati su www.coviddatahub.com

Il sondaggio è attualmente attivo in 13 paesi, inclusi molti paesi attualmente in prima linea nella lotta contro il COVID-19: Australia, Canada, Cina, Francia, Germania, India, Italia, Messico, Singapore, Spagna, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti.

La seconda fase della ricerca inizierà questa settimana con la rilevazione in: Brasile, Danimarca, Finlandia, Hong Kong, Indonesia, Giappone, Malesia, Paesi Bassi, Norvegia, Filippine, Arabia Saudita, Corea del Sud, Taiwan, Tailandia, Emirati Arabi e Vietnam.

I dati anonimizzati provenienti da tutte le 29 nazioni sono disponibili gratuitamente per le istituzioni sanitarie e accademiche di tutto il mondo impregnate nella lotta contro il COVID-19. Il tutto può essere scaricato da Github here

“Le conoscenze offerte da questa risorsa saranno molto utili ai paesi per pianificare le loro strategie per affrontare questa devastante pandemia,” dice il dottor David Nabarro, incaricato speciale dell’WHO e co-direttore dell’IGHI. “È indispensabile che le azioni del governo per gestire la crisi siano guidate da evidenze, e gli insight raccolti da dati come questi saranno fondamentali per capire come l’epidemia – e le risposte della popolazione – si stanno evolvendo nel tempo”.

Melanie Leis, direttrice dell’unità Big Data e Analytical dell’IGHI ha affermato che i dati aiuteranno a rilevare i cambiamenti tra le popolazioni. “La ricchezza di questi dati offrirà approfondimenti rispetto a come le popolazioni si comportano in risposta alle misure adottate dal governo, e dovrebbe consentire una migliore comprensione della diffusione del coronavirus”, afferma. “Aprendo questa preziosa raccolta di dati a tutti, i ricercatori, i ministri della salute, i politici e le principali figure impegnate in organizzazioni per la tutela della salute pubblica nel mondo possono usare queste informazioni per guidare il processo di decisione e adattare le risposte alle esigenze dei singoli paesi”.

“YouGov ha una posizione privilegiata avendo oltre 100.000 persone in tutto il mondo che ogni giorno condividono la loro visione e i loro comportamenti” ha affermato Stephan Shakespeare, CEO e co-fondatore di YouGov. “Con il COVID-19 che si sta diffondendo in tutto il mondo, è giusto usare questo privilegio in modo positivo.”

“Lavorando con gli esperti dell’Imperial’s Institute of Global Health Innovation per raccogliere i dati comportamentali in tutto il mondo, possiamo aiutare loro – e altri nella stessa posizione – per comprendere meglio come le persone nel mondo stanno reagendo al COVID-19.”

“Per aiutare le organizzazioni impegnate nella tutela della salute pubblica a rispondere alla crisi in tutto il mondo, stiamo fornendo gratuitamente dati focalizzati sui comportamenti. Speriamo che aiutare chi è impegnato nella lotta contro questa malattia possa fare la differenza.”

I dati sono disponibili per essere scaricati gratuitamente dai ricercatori sanitari Github here

IGHI ha anche creato un dashboard pubblica per visualizzare i dati www.coviddatahub.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Copyrights © FirstFloor srl - P.IVA 09307480963 - Privacy Policy
X