Unicatt presso YoRoom
aprile 12, 2019 0

Sociologia, lezioni di strada

L’Università si apre alla città con le passeggiate etnografiche: sono occasioni per toccare con mano le questioni “calde” nell’agenda sociologica a partire da come sviluppare la socialità di prossimità in contesti di solitudine e di individualismo

Tratto da CattolicaNews (09.04.2019)

Lezioni aperte agli studenti dell’Università Cattolica ma anche i cittadini che vogliono approfittare della possibilità di fare una esperienza universitaria. Sono le passeggiate etnografiche per i quartieri della città di Milano proposte dal corso di Sociologia dei fenomeni collettivi della laurea magistrale Politiche europee e internazionali della facoltà di Scienze politiche e sociali.

«Percorsi come questi ci ricordano che l’università non è tanto una parentesi, una tappa nella vita di alcuni, ma è molto di più» spiega la professoressa Cristina Pasqualini, docente del corso e coordinatrice dell’Osservatorio sulle social street. «È una casa in cui la luce è sempre accesa e la porta è sempre aperta. L’università è un luogo accogliente, in cui le relazioni sono calde. È un luogo vivo, che sente e vibra all’unisono con la città che la ospita».

Per questo motivo i temi del corso sono le questioni “calde” nell’agenda sociologica, che qui vengono affrontate con un approccio critico, interdisciplinare e costruttivo. Per esempio: come si può sviluppare la socialità di prossimità in una città come Milano, in cui solitudine, individualismo e diffidenza sembrano essere le parole chiave di questo nostro tempo? Che aiuto ci possono dare la Rete e il digitale? 

La prima passeggiata si è svolta il 9 aprile nel quartiere Isola di Milano, visitando il giardino condiviso Isola Pepe Verde, lo spazio di coworking YoRoom e la Biblioteca degli Alberi. Lunedì 29 aprile, si parlerà di accoglienza, ospitando in aula il progetto “Food and Colors”, con la testimonianza di rifugiati siriani che lavorano nella ristorazione a Milano.

La seconda passeggiata etnografica nel quartiere Navigli, con la collaborazione della social street di San Gottardo-Meda-Montegani, è in programma martedì 30 aprile, ore 10.45-12.30.

Lunedì 6 maggio, ore 9.30-10.30, di nuovo in aula per parlare di odio in Rete, con la testimonianza del giornalista e docente Stefano Pasta, autore del libro “Razzismi 2.0”.

La terza passeggiata etnografica si terrà martedì 7 maggio, ore 10.45-12.30 nel quartiere NoLo (Nord Loreto), con la collaborazione di NoLo Social District e GiraNoLo.

Grazie a Cristina Pasqualini che, ancora una volta, ha coinvolto YoRoom in questa bellissima iniziativa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Copyrights © FirstFloor srl - P.IVA 09307480963 - Privacy Policy
X